Festival della Scienza

Contenuti del sito

Contenuto della pagina - Torna su


Mostre, laboratori, spettacoli

La parola chiave Equilibrio ha fornito grande ispirazione e moltissimi spunti creativi agli innumerevoli progetti di cui si è poi composto il programma di mostre scientifiche, laboratori, spettacoli, eventi speciali dell’edizione 2015 del Festival della Scienza. Come ogni anno ai visitatori del Festival è offerto un programma ricco e variegato, che ha come capisaldi, oltre al rigore scientifico, l’interattività, la creatività, la multidisciplinarietà e la capacità di stupire e divertire.
Tra gli eventi principali spicca la mostra Enrico Fermi. Una duplice genialità tra teorie ed esperimenti, realizzata dal Centro Fermi,che esordisce al Festival in via sperimentale al Museo di Storia Naturale G. Doria in anteprima assoluta, per essere successivamente collocata al Museo storico della fisica e Centro di studi e ricerche "Enrico Fermi" di Roma. La Fondazione IIT – Istituto Italiano di Tecnologia realizza per il Festival, nella Loggia degli Abati di Palazzo Ducale, la mostra Biomimesi e tre laboratori sui temi della microscopia, dei materiali intelligenti e della robotica antropomorfa (protagonista il robot iCub, una delle frontiere più promettenti dell'intelligenza artificiale). Si potrà provare a costruire un robot che stia in equilibrio in meno di un’ora nel laboratorio MasterRobot, a cura della Scuola di robotica. Il CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche, socio fondatore del Festival, è promotore di una serie di mostre e laboratori scientifici che spazieranno dalla fisica alla chimica alla biologia (come Diversamente equilibrati in natura, viaggio nelle profondità marine alla scoperta dei meccanismi che regolano gli equilibri negli ecosistemi naturali), fino a inoltrarsi nel terreno delle scienze economiche (nell'innovativo laboratorio Kidseconomics, dimostrazione pratica di come la libera contrattazione di mercato possa creare equilibrio e conflitto). INFN – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare parteciperà con lo spettacolo Dialogo su una simmetria perdutae con diversi laboratori, tra cui La macchina fotografica a polenta e l'acceleratore a marmellata, una simulazione delle varie fasi degli esperimenti delle alte energie. Anche l'Università di Genova contribuirà al Festival con laboratori e mostre sui temi dell'equilibrio biologico vegetale e animale e della programmazione informatica (cui è dedicato il laboratorio Coding: in equilibrio tra creatività e rigore), mentre INAF – Istituto Nazionale di Astrofisica conferma la sua presenza allestendo il grande planetario, già molto apprezzato dal pubblico nella passata edizione, nel quale saranno organizzate attività adatte a tutti i target di età. Il rapporto tra tecnologia ed etica sarà al centro di un evento a cura della Fondazione Bruno Kessler, mentre un laboratorio sull'alimentazione sarà realizzato da AIRC – Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro. È invece incentrata sul delicato rapporto tra uomo e acqua la mostra Un equilibrio sottile (a cura di Linda Lomeo), che analizza la fragilità del territorio ligure partendo da dati scientifici.
I temi legati alla salute dei cittadini saranno affrontati da ISS – Istituto Superiore di Sanità, AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multipla e Università di Genova, in collaborazione con Ospedale San Martino-IST, mentre altri eventi e laboratori saranno dedicati al rapporto tra scienza e sport tra cui a grande richiesta, tornerà Fisica in Moto,a cura di Fondazione Ducati. Ci sarà spazio anche per celebrare l'Anno Mondiale della Luce, attraverso una serie di laboratori (come Light show, a cura diRaffaella Sallo e Associazione Festival della Scienza) e lo spettacolo Mystery Light (a cura di Università di Milano). Si spazierà dalla biologia (Crash! Non far crollare l'ecosistema! a cura di G.ECO) fino alla teoria dei giochi (Equilibrio di Nash, a cura di Andrea Anfosso), dalla genetica (I nostri geni sulla bilancia, a cura di CusMiBio) alla chimica(BalanChem, a cura di Michele di Lauro) fino all’elettricità (La Mosca Elettrica, a cura di ToScience). Ci si potrà mettere alla prova nel laboratorio Tutta questione di equilibrio! (a cura di sYnergiKa), mentre in 9mesi si ripercorreranno le tappe fondamentali della gravidanza (a cura di Le Nuvole). Medici Senza Frontiere proporrà invece #milionidipassi, laboratoriolegato a una campagna di sensibilizzazione al dramma dei profughi.
Storico sostenitore è Compagnia di San Paolo, che arricchirà il contenitore dei laboratoricon Zero spreco, zero impatto: sosteniamo il pianeta, a cura dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale Piemonte Liguria e Valle D’Aosta. Articolato in tre momenti, il laboratorio si comporrà di una prima attività manuale Quello che la terra ci dà, un gioco da tavolo contro lo spreco alimentare Cibosalvando e la Stalla del futuro: sostenibilità ambientale, benessere animale e sicurezza alimentare, un modello di stalla in parte plastico e in parte multimediale, dentro il quale saranno ben evidenti le caratteristiche di una stalla sostenibile che integra la produzione di alimenti sani con gli aspetti etici e ambientali. La Compagnia di San Paolo ripropone inoltre il bus Domande in viaggio: un autobus arricchito di esperienze ed exhibit scientifici associati al tema del movimento a cura di Xkè? Il laboratorio della curiosità. Intesa Sanpaolo partecipa alla creazione del ricco e articolato programma attraverso le attività laboratoriali del Museo del Risparmio. Tra i laboratori sono da segnalare anche ConsapevolMente nel piatto e La scienza dei Limoni, che andranno ad arricchire il tradizionale contenitore Sapori di Scienza dedicato ai rapporti tra scienza e alimentazione realizzato con il supporto di Coop Liguria, che nel 2015 celebra i 70 anni di attività.
Il network degli amici e partner del Festival della Scienza si compone anche di aziende e strutture locali, protagoniste e promotrici di appuntamenti di grande qualità. Per esempio, nel cartellone della XIII edizione, la mostra 2015: Ritorno al futuro sui temi dell'eco-sostenibilità (a cura di IREN), il laboratorio L'equilibrio del colore sul rapporto tra scienza e arte (a cura del Museo di Palazzo Reale di Genova, altri eventi sullo stesso tema saranno realizzati dall'Accademia Ligustica di Belle Arti) e gli appuntamenti sull'a cura del Museo di Storia Naturale.