22 ottobre_1 novembre. 11 giorni di eventi, per tutte le età e i livelli di conoscenza, con al centro la parola chiave Onde.

Sarà l’onda perfetta, quella della maturità, quella dei 18 anni del Festival. Saranno le onde gravitazionali dall’universo, le onde elettromagnetiche che sono anche luce e colori, le onde acustiche con i loro suoni, le onde cerebrali per i nostri sogni. Saranno onde nell’oceano di arte e scienza che trasporteranno energia e quantità di moto. 

Le onde ci parlano da ogni angolo d’Universo con i colori e i suoni gravitazionali, scuotono le nostre vite nei terremoti, svelano il nostro cuore pulsante. Le usiamo per studiare il pianeta, il sole, il clima, la vita in tutte le sue forme, per curarci o per ascoltare Mozart. Ci guidano nel regno della meccanica quantistica passando continuamente da essere elementi a essere onde. Nell’anno della piena maturità il Festival sarà un onda di luci, di colori, d'arte e di scienza che ci condurrà alla XVIII edizione.

La call for proposals, il bando che come ogni anno, raccoglierà proposte di eventi (mostre, laboratori, conferenze, eventi speciali, spettacoli) che potranno andare a comporre il programma definitivo della manifestazione, è aperta all'indirizzo http://call.festivalscienza.it

Paese Ospite del Festival sarà il Regno Unito, patria di scienziati che hanno elaborato teorie e raggiunto traguardi fondamentali nella storia della conoscenza in tutte le discipline, dalla chimica alla matematica, dall’astronomia alle scienze naturali. Isaac Newton, Stephen Hawking, Charles Darwin, Peter Higgs, senza questi e molti altri scienziati inglesi gran parte del teorie scientifiche moderne non esisterebbe. Il Regno Unito vanta una cultura scientifica pluricentenaria ed è connesso all’Italia della scienza e da una rete virtuosa di relazioni e progetti condivisi, che ci proponiamo di far conoscere.