Storia di Enrico Fermi: l'ultimo uomo che sapeva tutto

Incontro con Luisa Cifarelli, David Schwartz
Voglio partecipare

Quando 

il 2 novembre, alle 17:30

Dove 

Palazzo Ducale, Sala del Minor Consiglio
Piazza Matteotti, 9

Età consigliata 

Da 14 anni

Tipologia e disciplina 

Incontro
Fisica e materia

  • Cosa
  • Chi
  • Dove
Storia dell'ultimo uomo che sapeva tutto
A ottanta anni di distanza dal conferimento del premio Nobel per la Fisica, ripercorriamo la straordinaria storia di Enrico Fermi, padre dell’era nucleare. David N. Schwartz, figlio del premio Nobel per la Fisica Melvin Schwartz che nel 1988 conquistò l’ambito riconoscimento per la scoperta dell’esistenza di due tipi distinti di neutrini, possibile solo grazie ai traguardi raggiunti anni prima da Enrico Fermi, racconta l’intensa storia dell’uomo-scienziato che, lontano dall'Italia, nel centro di ricerca di Los Alamos, in New Mexico, creò un’arma senza precedenti: la bomba atomica. Ma il genio di Fermi si fa conoscere già anni prima, a partire dal suo esordio da scienziato poco più che ventenne, quando dai laboratori di via Panisperna, a Roma, intuì il futuro della fisica, cavalcando l’onda della conoscenza e approdando a scoperte geniali capaci di plasmare per sempre il presente e il futuro dell’uomo. Luisa Cifarelli, professore ordinario di Fisica Sperimentale all'Università di Bologna, a partire dall’inaspettato ritrovamento del quaderno di laboratorio di Fermi che copre tutto il lavoro di scoperta della radioattività indotta da neutroni - una tappa cruciale per lo sviluppo della fisica moderna - narra le ricerche e gli anni di fermento che contraddistinsero la vita scientifica di via Panisperna.

In collaborazione con

SOLFERINO - I Libri del Corriere della Sera

Luisa Cifarelli è professore ordinario di Fisica Sperimentale all'Università di Bologna. Svolge attività di ricerca nel campo della fisica subnucleare ad altissime energie e collabora ad esperimenti nei principali laboratori europei quali il CERN di Ginevra e, nel campo della fisica astroparticellare, il Laboratorio Nazionale del Gran Sasso. È stata membro del consiglio del CERN e del consiglio direttivo dell'INFN. È membro del consiglio scientifico del Joint Institute for Nuclear Research (JINR), in Russia, e membro del consiglio scientifico del Centre National pour la Recherche Scientifique (CNRS), in Francia. È stata presidente della Società Europea di Fisica (EPS). È presidente della Società Italiana di Fisica (SIF), membro dell'Academia Europaea e dell'Accademia delle Scienze dell'Istituto di Bologna. È presidente del Centro Fermi – Museo Storico della Fisica e Centro Studi e Ricerche.

David N. Schwartz, dopo un BA a Stanford e un PhD al MIT, entrambi in Scienze Politiche, ha lavorato al dipartimento di Stato presso il Bureau of Political Military Affairs. Le sue precedenti pubblicazioni riguardano temi di politica estera e militare. Vive a New York con la moglie Susan. Nel 1988 suo padre, Melvin Schwartz, ha condiviso il Nobel per la Fisica grazie alle sue ricerche sul neutrino.

Palazzo Ducale, Sala del Minor Consiglio
Piazza Matteotti, 9