I marziani siamo noi

Alla ricerca di un'altra Terra

Incontro con Patrizia Caraveo
Voglio partecipare

Quando 

il 31 ottobre, alle 17:00

Dove 

Galata Museo del Mare, Auditorium
Calata dei Mari, 1

Età consigliata 

Da 16 anni

Tipologia e disciplina 

Incontro
Astrofisica, cosmologia e spazio

  • Cosa
  • Chi
  • Dove
I marziani siamo noi
I pianeti extrasolari sono esplosi: quello che conta non sono solo i numeri, siamo arrivati a quota 4000, ma anche il tipo di pianeti che adesso siamo capaci di rivelare. Abbiamo capito che i sistemi planetari sono la norma e non l'eccezione e che ogni stella della nostra galassia probabilmente ha il suo. I pianeti simili alla Terra potrebbero essere intorno al 20%.Ma trovare la Terra 2.0 sarà solo il primo passo. Ci aspetta un quesito molto più importante: si sarà sviluppata qualche forma di vita? Per non farci trovare impreparati, studiamo il nostro Sistema solare che ci riserva sempre sorprese.Inseguiamo l'acqua e la troviamo ovunque: un lago sotterraneo nel polo Sud marziano, ghiaccio sull'asteroide Cerere, oceani con sorgenti termali su Encelado, lo splendido satellite ghiacciato di Saturno. Questa seconda edizione aggiornata in tutti i capitoli e ampliata di venti pagine riporta i risultati delle missioni che erano in preparazione quando la prima è stata scritta. Ora possiamo ragionare su quello che abbiamo imparato: i marziani continuiamo a essere noi.

In collaborazione con

Zanichelli Editore

Patrizia Caraveo è dirigente di ricerca all'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF). Astrofisica di fama mondiale, è molto attiva nell’ambito della divulgazione scientifica. Nel 2009 è stata insignita del Premio Nazionale Presidente della Repubblica. Nel 2014, Women in Aerospace Europe le ha conferito l’Outstanding Achievement Award e Thomson Reuters l'ha inserita nella lista degli Highly Cited Researchers. Fa parte del Gruppo 2003 per la ricerca scientifica e delle 100 donne contro gli stereotipi. Ha scritto la nuova edizione del libro I marziani siamo noi (Zanichelli, 2019), di Giovanni Bignami.

Galata Museo del Mare, Auditorium
Calata dei Mari, 1