Il mondo di Maria Gaetana Agnesi

Fra matematica e Illuminismo cattolico nell’Italia del ‘700

Incontro con Renato Betti, Massimo Mazzotti
Voglio partecipare

Quando 

il 1 novembre, alle 15:00

Dove 

Galata Museo del Mare, Auditorium
Calata dei Mari, 1

Età consigliata 

Da 14 anni

Tipologia e disciplina 

Incontro
Matematica, Logica e Informatica

  • Cosa
  • Chi
  • Dove
Il mondo di Maria Gaetana Agnesi
Nel 2018 ricorre il terzo centenario della nascita di Maria Gaetana Agnesi, nota per un celebre testo di matematica – redatto all’età di trent’anni e presto tradotto sia in francese che in inglese – e per la propria assidua attività caritatevole, ispirata ai principi più nobili del riformismo illuministico italiano, propagandato soprattutto nell’Italia del nord da pensatori quali Pietro Verri e Cesare Beccaria. Per i suoi meriti scientifici e umani, Agnesi è una delle poche donne ammesse, al tempo, come membro dell’Accademia delle Scienze di Bologna da parte del papa Benedetto XIV. Negli anni passati la vicenda umana e scientifica di Maria Gaetana Agnesi ha suscitato l’interesse di molti storici. In particolare, occorre ricordare, tra le opere a lei dedicate, The world of Maria Gaetana Agnesi, mathematician of God (The John Hopkins University Press, 2007) di Massimo Mazzotti, storico della scienza all’Università di Berkeley, in corso di stampa in lingua italiana. L’evento si propone di ricordare il genio, la vita e il contesto culturale in cui operò la grande donna-scienziata.

Renato Betti ha lavorato in qualità di professore ordinario di Geometria al Politecnico di Milano. La sua attività scientifica riguarda la Teoria delle categorie e le sue applicazioni all'Algebra e alla Geometria. È condirettore di Lettera Matematica Pristem e membro dell'Accademia Nazionale Virgiliana. Per i libri di Pristem ha pubblicato La matematica come abitudine al pensiero. Le idee scientifiche di Pavel Florenskij (2009). Tra i suoi ultimi volumi il libro Geometria leggera (Franco Angeli, 2015).

Massimo Mazzotti insegna Storia della scienza all'Università della California, Berkeley, dove è anche direttore dell'Office for History of Science and Technology (OHST). È stato docente di Sociologia all’Università di Exeter, Kenneth May Fellow in Storia della Matematica all’Università di Toronto e ricercatore post-doc al Dibner Institute for the History of Science and Technology del MIT.

Galata Museo del Mare, Auditorium
Calata dei Mari, 1