Scienza nei fumetti

Ovvio che si può, e si deve

Conversazione con Marco Cattaneo, Andrea Plazzi, modera: Roberto Natalini
Voglio partecipare

Quando 

il 27 ottobre, alle 18:00

Dove 

Palazzo Ducale, Sala del Maggior Consiglio
Piazza Matteotti, 9

Età consigliata 

Da 16 anni

Tipologia e disciplina 

Conversazione
Comunicazione della Scienza

  • Cosa
  • Chi
  • Dove
Scienza nei fumetti
Negli ultimi anni si è molto ampliata l’offerta di storie a fumetti che hanno nella scienza un elemento importante. Divulgata, spiegata o utilizzata come “motore narrativo” per alimentare storie e intrattenimento, nel nostro Paese la cultura scientifica sembra avere riscoperto il fumetto come linguaggio potente e versatile. Tra le tante iniziative, le rilevanti – per il prestigio dell’imprimatur e la visibilità – sono probabilmente due progetti molto diversi per contenuti e linguaggio: I manga delle Scienze eI grandi della scienza a fumetti, due serie prodotte dal gruppo Repubblica-L’Espresso in collaborazione con la storica rivista Le Scienze. La prima sfrutta l’immediatezza e la modernità degli stilemi grafico-narrativi del manga, il fumetto giapponese: intrecci romantico-umoristici, vicende semplici ma ben congegnate con protagonisti giovani o tardo-adolescenti, rappresentate con una grande espressività grafica, che gioca con i luoghi comuni del linguaggio (gli occhi grandi, le bocche spalancate, la rappresentazione esasperata di emozioni e sentimenti). Il tutto per veicolare contenuti complessi e di rigore scientifico assoluto: corsi delle discipline più disparate – Meccanica, Analisi Matematica, Biochimica, Algebra Lineare, Statistica, Elettromagnetismo, Cosmologia, Teoria della Relatività – a livello tardo-liceale e universitario. Una brutta sorpresa per gli scettici. La seconda è una serie di ritratti di uomini di scienza (Oppenheimer, Feynman, Bohr, Darwin) o rappresentazioni di grandi momenti e periodi scientifici (la conquista della Luna, gli anni pionieristici della paleontologia), secondo la formula del biopic. Un approccio diverso alla lettura e all’intrattenimento nel segno comune della documentazione, del rigore scientifico e della qualità grafico-narrativa del fumetto.

In collaborazione con

Lucca Comics and Games

Marco Cattaneo è fisico e giornalista. È direttore responsabile delle riviste Le Scienze, National Geographic e Mente & Cervello. Ha collaborato con altre testate nazionali quali Il Giorno, La Repubblica, Airone, Meridiani, Cosmopolitan, Verve. Come fotografo, ha realizzato numerosi reportage fotografici prevalentemente in Africa e in Asia, pubblicati su Le Scienze, Airone, Meridiani, Soprattutto, Maxim, Il Venerdì di Repubblica, US News e Focus (edizione inglese).

Roberto Natalini è il direttore dell'Istituto per le Applicazioni del Calcolo “Mauro Picone” del CNR. I suoi principali interessi scientifici riguardano lo studio delle equazioni alle derivate parziali e le loro applicazioni, tra cui la biologia, la conservazione dei monumenti, il traffico e la fluidodinamica. Ha fondato e coordina il sito MaddMaths!. Dal 2015 è presidente della commissione della European Mathematical Society per la promozione pubblica della matematica e dirige la rivista Archimede. Con Andrea Plazzi dirige la collana Comics&Sciencedel CNR e organizza ogni anno la sezione omonima all'interno di Lucca Comics&Games.

Andrea Plazziè laureato in Matematica e ha svolto attività di ricerca, principalmente per lo sviluppo di motori geometrici per la modellazione 3D. Si occupa di editoria, in particolare di fumetti, come editor, curatore di testate e traduttore, specialmente di storiche testate Marvel come Fantastici Quattro e X-Men, per le quali ha curato anche i dialoghi cinematografici. Ha tradotto e curato le edizioni italiane della maggior parte delle opere di Will Eisner e, dal 1997, cura le pubblicazioni di Leo Ortolani, l’autore di Rat-Man. Dal 2005 è nello staff di Lucca Comics&Games e dal 2012 cura la sezione Comics&Science insieme a Roberto Natalini.

Palazzo Ducale, Sala del Maggior Consiglio
Piazza Matteotti, 9