The magic fiddle

Il progetto TELMI per la didattica violinistica

Dialogo internazionale con Letizia Gionfrida, Alberto Giordano, Rafael Ramirez, Gualtiero Volpe, George Waddell, Aaron Williamon
Voglio partecipare

Quando 

il 29 ottobre, alle 18:00

Dove 

Casa Paganini
Piazza Santa Maria in Passione, 34

Età consigliata 

Da 16 anni

Tipologia e disciplina 

Dialogo internazionale
Energia, tecnologia, ICT e industria

  • Cosa
  • Chi
  • Dove
The magic Fiddle
TELMI - Technology Enhanced Learning of Musical Instrument Performance – è un progetto finanziato dalla Commissione Europea (EU-H2020-ICT), nato con l’intento di investigare e realizzare nuove tecnologie interattive per supportare lo studio di uno strumento musicale, nello specifico il violino. L’incontro, con la partecipazione di Rafael Ramirez, coordinatore di TELMI, e dei responsabili scientifici delle unità di ricerca internazionali partner del progetto, approfondisce lo sviluppo di percorsi didattici innovativi che sfruttano il supporto offerto dalla tecnologia, le nuove conoscenze sulle dinamiche sonore e motorie dell’esecuzione musicale acquisite attraverso lo sviluppo di misurazioni quantitative di aspetti fondanti dell'esecuzione stessa, e i modi in cui tale tecnologia può essere sviluppata e resa disponibile. Il pubblico, durante l’incontro, potrà testare in prima persona le tecnologie interattive sviluppate dal progetto TELMI, che si concluderà a gennaio 2019, dopo tre anni di ricerche effettuate da: Universitat Pompeu Fabra (Barcellona), Università di Genova, Royal College of Music (Londra), HIGHSKILLZ, (Londra), SAICO INTELLIGENCE, S.L. (Barcellona).

Note

La conferenza si inquadra nell'ambito del progetto EU-H2020-ICT TELMI finanziato dalla Commissione Europea.

A cura di

Casa Paganini - InfoMus

Letizia Gionfrida è research associate presso il Performance Science del Royal College of Music di Londra. Lavora in collaborazione con il Biologically Inspired Computer Vision Group del Dipartimento di Bioingegneria dell’Imperial College di Londra. Per TELMI, la sua attività si concentra sulla progettazione e l'applicazione di tecniche analitiche di visione artificiale, per caratterizzare le prestazioni dei musicisti d'élite e per ottimizzare l'analisi del movimento basata su video e tecnologie di acquisizione in tempo reale.

Alberto Giordano, liutaio, è perito esperto presso il Tribunale e la Camera di Commercio di Genova. Laureato in Storia dell'Arte e Valorizzazione del Patrimonio Artistico, è assistente curatore del violino Guarneri del Gesù 1743 - Il Cannone - appartenuto a Niccolò Paganini, e curatore della collezione di strumenti del Conservatorio N. Paganini di Genova.

Rafael Ramirez è coordinatore del progetto TELMI, professore associato e direttore del laboratorio Music and Machine Learning presso l'Universitat Pompeu Fabra a Barcellona. Le sue attività di ricerca riguardano le tecnologie per la musica, l'apprendimento automatico, l'analisi dei dati e la loro applicazione ai processi creativi, alle interfacce uomo-macchina e alle tecnologie per la salute.

Gualtiero Volpe è professore associato presso il Dipartimento di Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dei Sistemi (DIBRIS) dell’Università di Genova, dove insegna Sistemi Multimodali e Elaborazione Digitale del Suono e della Musica. La sua attività di ricerca riguarda lo sviluppo di interfacce intelligenti, espressive e sociali per l'interazione uomo-macchina. È il responsabile scientifico del progetto TELMI per il DIBRIS.

George Waddell è research associate presso il Performance Science del Royal College of Music di Londra. La sua ricerca si focalizza sui processi che governano la valutazione di un’esecuzione musicale. Nell'ambito del progetto TELMI, studia gli aspetti pedagogici e valutativi e l'impatto della tecnologia su tali aspetti.

Aaron Williamon è professore e direttore del Centre for Performance Science, presso il Royal College of Music di Londra. La sua attività di ricerca si concentra sulla prassi esecutiva e sulle soluzioni scientifiche applicate all'apprendimento e all'insegnamento della musica, nonché all'impatto della musica e delle arti nella società. È fondatore dell'International Symposium on Performance Science, capo redattore di Performance Science e membro della Royal Society of Arts e della UK’s Higher Education Academy. Nel 2008 è stato eletto membro onorario del Royal College of Music.

Casa Paganini
Piazza Santa Maria in Passione, 34

 
Università di Genova